Svizzera: Apple Pay vs Paymit

 In App, Apple

Lo scorso 7 luglio 2016, Apple ha ufficialmente lanciato Apple Pay nella nostra Svizzera! Questa piattaforma di pagamento, compatibile con iPhone 6, 6S, 6 Plus, 6S Plus, iPad di ultima generazione e Apple Watch, permette di effettuare pagamenti senza denaro contante e senza utilizzare una carta di credito, previa la registrazione della stessa in Wallet. È necessario possedere una carta di credito predisposta per le transazioni senza contatto (logo con 4 onde nere).

Apple Pay per i clienti UBS, PostFinance, Crédit Suisse, quindi? No: il supporto di Apple Pay o meno dipende dalla banca. Al momento, solo le carte emesse da 3 istituti bancari possono usufruirne: Bonus Card, Cornèrcard e Swissbankers.

Niente da fare, ad esempio, per i clienti UBS… Pertanto, la filiale americana è stata molto più reattiva supportando da subito Apple Pay. Incuriosito dalla mancanza del gigante bancario elvetico, mi sono informato presso una sede locale. L’interlocutore (evito di citare nomi o luoghi) inizialmente non ha capito a cosa mi riferissi. In un secondo momento, l’incomprensione ha fatto posto ad un velato imbarazzo. Come giustificazione, è stato tirato in ballo un nuovo prodotto (mi riservo di testarlo in futuro): Paymit (un prodotto di SIX ma non solo).

Facciamo un banale esempio: vado in pizzeria con gli amici. Apple Pay permette di pagare il conto direttamente al ristorante (ognuno faccia per sé). Paymit permette di trasferire una somma ad una persona che paga il conto, viceversa permette a me di chiedere parti del conto agli amici. Fin qui, somiglia più a PayPal.

Secondo il sito ufficiale, Paymit inizia ad essere accettato come metodo di pagamento in diversi negozi, garage, bar (solo 1 in Ticino) in vista della fusione con TWINT. È facile dedurre che in Svizzera si sta delineando un concorrente di Apple Pay. Concorrente non da poco, considerando che è una coalizione fra le 5 maggiori banche svizzere, SIX e PostFinance!

A cosa serve creare un sistema parallelo ad Apple Pay? Forse a servire gli utenti che non posseggono un terminale compatibile (come ipotesi ci sta)? Se così fosse, perché non adottare comunque il sistema di Apple?

C’è da sperare che altri istituti bancari supporteranno Apple Pay in un prossimo futuro. Va ricordato che vi sono moltissimi terminali NFC in Svizzera, potenzialmente già compatibili con Apple Pay. Non da ultimo, va lodata la facilità d’uso della soluzione di Cupertino.

Post recenti

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca